Eroi (alle divine atlete)

di Barbara Piazza
Passo dopo passo, con tenace audacia,
hanno raggiunto sogni d’infinito
cavalcando le vette delle mete
con il coraggio del guerriero pronto a combattere,
con la dolcezza di un sorriso capace di attenzioni,
con la volontà di discernere il giusto dall’ingiusto,
con atti eroici di stoccate di protesi
che sconvolgono il cuore dell’anima di chi non prova nemmeno a lottare,
con gioco di squadra e gesti d’autentica condivisione
sostenendosi l’un l’altra fino ad abbandonare il traguardo per soccorrere un’amica,
vivendo a pieno l’esperienza d’esser donna, figlia, madre e sorella
nella faticosa quotidianità dei percorsi,
frammentandosi in pulviscolo d’amore,
con i piedi ricoperti di calli e il desiderio di ricominciare.
Hanno agito contro il tempo per essere se stesse
tra pregiudizi di uomini inconsapevoli
fino a violare troni di vittorie,
nell’umiltà della prova,
nude di fronte agli occhi del mondo
dimostrando di essere gloriose.
Hanno superato anni di storia
per continuare a credere nel futuro e renderlo migliore.
Hanno attinto dal buio delle sconfitte
per comprendere il significato dell’esistere
e continuare ad essere
EROI.